La prima notte del giudizio di Gerard McMurray: la recensione

Primo film della saga che non vede dietro la macchina da presa James DeMonaco, La prima notte del giudizio è un “horror” sempre più a sfondo sociale e politico. Una pellicola che anticipa gli eventi home invasion del primo episodio e che conferma (come se ce ne fosse bisogno) le finalità e le motivazioni che sono alla base dell’evento annuale chiamato “Lo Sfogo”.

Annunci

L’affido di Xavier Legrand: la recensione

Uno dei migliori film dell’anno, L’affido ostenta una narrazione vertiginosamente emotiva. Un film in cui la tensione raggiunge vette altissime, mentre la commozione solca il viso inesorabilmente. Un prodotto invasivo che fa partecipare il pubblico e che non abbandona i pensieri dello spettatore.

Oltre la notte di Fatih Akin: la recensione

Presentato a Cannes 70 (dove Diane Kruger ha vinto la Palma d’oro come miglior attrice), Oltre la notte è un film che guarda al terrorismo nero che si alimenta all’interno della società, piuttosto che a quello islamico che terrorizza l’intera Europa. Attraverso il dolore estremo di una donna, che allontana tutto e tutti e difende a spada tratta le sue convinzioni, il regista tedesco realizza un prodotto intenso e straziante.