Ricomincio da noi di Richard Locraine: la recensione

Film che ostenta una seconda possibilità nella terza età, Ricomincio da noi mette a servizio del pubblico un grandissimo cast, tuttavia l’impressione è quella di guardare un prodotto già visto, in cui la danza diviene il modo per rimettersi in gioco e per ricominciare a vivere.

L’uomo che uccise Don Chisciotte di Terry Gilliam: la recensione

Travagliata pellicola diretta da Terry Gilliam (una gestazione di 25 anni, costellata da numerosi problemi legati alla location, al cast e al budget), L’uomo che uccise Don Chisciotte vede finalmente la luce e suscita curiosità. Estremamente stratificato, il film possiede numerosi livelli di lettura, che vengono celati e nascosti allo spettatore fino a prendere la forma di una massa in cui finzione e realtà si fondono costantemente, esponendosi al rischio di essere un prodotto eccessivamente sibillino.

La casa dei libri di Isabel Coixet: la recensione

Tratto dal romanzo di Penelope Fitzgerald, La casa dei libri è un film che si dimostra classico nella messinscena e che evidenzia le indubbie capacità della Coixet nel costruire intrecci narrativi e delineare personaggi, quest’ultimi perfettamente inseriti in un contesto provinciale, nel quale la mentalità segue alla lettera i dettami della cultura di costume del secondo dopoguerra.