Robinù di Michele Santoro: la recensione

Documentario realizzato da Michele Santoro sui baby-killer della Camorra, Robinù ha il pregio di essere un’interessante (e agghiacciante) pagina di giornalismo. Una pellicola che sa impressionare per il suo realismo e che mostra la sfacciataggine di giovanissimi delinquenti, che confondono la parola destino con la predilezione.

I Am Not Your Negro di Raoul Peck: la recensione

Candidato agli Oscar 2017 per la sezione documentari, I Am Not Your Negro è un documentario di denuncia in cui si assapora il pensiero di James Baldwin. Il regista Raoul Peck porta sullo schermo parole e interventi del noto pensatore afro-americano (morto quarant’anni fa) e ci costruisce attorno un film testamentario, assolutamente non banale e lontano dalla (saltuaria) retorica di finzione.

Maurizio Cattelan: Be Right Back di Maura Axelroad: la recensione

Interessante documentario che racconta la storia d’artista di Maurizio Cattelan e anche il cambiamento nel mondo artistico durante l’attuale crisi economica (le opere d’arte divengono degli investimenti mirati e delle assicurazioni per il futuro), Maurizio Cattelan: Be Right Back è un continuo gioco d’occultamento e di svelamento, nel quale l’autore veneto viene mostrato come un sublime provocatore, perfettamente inserito nel nostro quotidiano.