Spiderman Homecoming di John Watts: la recensione

Il secondo reboot cinematografico di Spiderman è brillante e frizzante. Un ingresso nell’universo Marvel decisamente convincente, perché non è solamente il protagonista a essere un adolescente, ma è proprio l’approccio all’intera vicenda a essere profondamente teen e spassosamente nerd.

Annunci

Wonder Woman di Patty Jenkins: la recensione

Pellicola che racconta le origini dell’amazzone Diana, Wonder Woman è un blockbuster che sembra seguire le orme del primo Captain America. Tuttavia con il passare dei minuti si respira una progressiva stanchezza ritmica e una ripetitività scenica, che non aiuta la mitologia di un personaggio che si è presentato, ma non ha ancora, saldamente, indossato i panni dell’iconica eroina a stelle e strisce.

Guardiani della galassia vol.2 di James Gunn: la recensione

Torna la scanzonata banda di anticonvenzionali eroi in un centrifugato di musica (da cassetta) e ironico intrattenimento. Per questo secondo capitolo il regista Gunn ostenta uno sviluppo narrativo necessariamente differente ed è proprio questo approccio più introspettivo e analitico ad attrarre il pubblico, che si fa accompagnare volentieri in questa nuova avventura che può provocare dipendenza.

Doctor Strange di Scott Derrickson: la recensione

L’eroe mistico che rilancia la Marvel Pellicola supereroica atipica, Doctor Strange si confronta con la dimensione mistica dei vendicatori Marvel. Un film che fa della visionarietà della messinscena il suo coinvolgente marchio di fabbrica e dell’abbandono della razionalità in favore della fede in un bene superiore il concetto su cui porre le sue basi. Stephen…

Suicide Squad di David Ayer: la recensione

Diretto e sceneggiato da David Ayer, Suicide Squad dimostra di non avere lo spessore necessario per appassionare lo spettatore seduto in sala. Probabilmente erano troppe le aspettative oppure la scelta di ammorbidire l’intero impianto, rendendolo meno cupo e violento, non si è rivelata felice. Nonostante ciò è evidente il fatto che il film sia, narrativamente, slegato e che ostenti un’eccessiva confusione. Cosa o chi si salva? Deadshot e Harley Quinn, i personaggi più umani e interessanti dell’intera vicenda, interpretati da due attori di livello come Will Smith e Margot Robbie.