Deadpool 2 di David Leitch: la recensione

Torna al cinema l’antieroe più sboccato e irriverente dell’universo Marvel. Violento e anticonvenzionale, Deadpool 2 conferma alcuni limiti del primo capitolo e mette in mostra una rinnovata carica di umorismo scorretto, principalmente focalizzato sui cinecomic tradizionali o altri pezzi di storia del cinema.

Annunci

Avengers: Infinity War di Anthony Russo e Joe Russo: la recensione

Ciò che rende Avengers: Infinity War un buon film è la capacità dei fratelli Russo di riunire senza apparenti sforzi un intero universo di supereroi, di prendere il filone narrativo centrale (Thanos e le 6 gemme del destino) e collegargli con relativa facilità ogni personaggio. Un risultato ottenibile solamente grazie ai precedenti episodi, che hanno rafforzato ogni aspetto narrativo e, nonostante alti e bassi, hanno costruito un’enorme e riconoscibile odissea supereroistica.

Black Panther di Ryan Coogler: la recensione

Probabilmente il film più debole dell’intero universo Marvel, Black Panther non appartiene al genere origins, eppure celebra le tradizioni e la nascita di un nuovo Re (e di un nuovo eroe). Noioso e mediocre, il cinecomic diretto da Ryan Coogler non possiede gli strumenti giusti per essere considerato un elemento rilevante della gigantesca storia super-eroistica, finendo per confermare (sequenza dopo sequenza) la sua condizione di marginalità.

Thor: Ragnarok di Taika Waititi: la recensione

Terzo capitolo dedicato al leggendario figlio di Odino, Thor: Ragnarok segna il cambio d’abito della Marvel. C’è chi ha parlato di deriva ridicola, parodistica, quasi demenziale; e se invece fosse semplicemente un punto di svolta, che abbraccia con più veemenza l’umorismo accennato degli altri episodi e il lato fumettistico dell’intera vicenda?

Justice League di Zack Snyder: la recensione

Pellicola di gruppo, nella quale si sente la mancanza di un approfondimento psicologico adeguato (Flash, Aquaman e Cyborg sono new entry privi di una caratterizzazione o di un passato), Justice League è la concreta risposta della DC alla Marvel. Un film con qualche pregio, ma con diversi difetti (importanti) che vengono trascinati per l’intera durata.