12 Soldiers di Nicolai Fuglsig: la recensione

Uomini valorosi a cavallo

Pellicola celebrativa di un avvenimento bellico che, fino a qualche anno fa, era secretato, 12 Soldiers non si discosta molto da quell’epica patriottica che fa storcere il naso alla maggior parte del pubblico. Un film tutto cuore, coraggio e sangue, che sottolinea l’impegno incondizionato dell’esercito statunitense nella lotta al terrorismo talebano.

Pochi giorni dopo l’attentato alle Torri Gemelle, 12 uomini vengono spediti in Afghanistan per combattere al fianco del generale uzbeko Dostum e minare le certezze dell’esercito talebano.

Film che inneggia al coraggio di un manipolo di uomini contro i ben più numerosi talebani, 12 Soldiers è la dose quotidiana di patriottismo di cui il pubblico americano necessita per potersi sentire (ogni giorno) la prima vittima e il primo baluardo del terrorismo islamico. Tuttavia la vicenda raccontata è evidentemente romanzata e “infiocchettata” per poter essere servita a un pubblico voglioso di sparatorie e assalti suicidi da parte del valoroso esercito degli Stati Uniti. Ancor più recettivo se si parla di 11 settembre e delle prime reazioni al barbarico attacco alle Torri Gemelle.

Capitanato da Chris Hemsworth (leader sul set e capitano designato, che deve lottare con cuore da guerriero e occhi da assassino), il valoroso gruppo incontra amici e nemici in terra straniera, lotta con tutte le forze a disposizione e cerca di portare a termine la missione. Insomma nulla più di un qualsiasi altro film dedicato agli scontri in Afghanistan o Iraq, luoghi che hanno contrassegnato buona parte della cinematografia bellica attuale.

Monocorde, infarcito di retorica di basso livello e destinato a tramutarsi in epica (cavalleresca), 12 Soldiers narra una storia vera che il regista Nicolai Fuglsig non riesce a modellare in modo convincente. Difatti il film diventa un noioso susseguirsi di eventi finalizzati alla conquista della roccaforte talebana Mazar-e-Sharif, un avamposto da debellare per dare la prima spallata al terrorismo.

12 Soldiers è un film in cui si respira il coraggio e la volontà di sentirsi utili. Nonostante qualche spunto interessante arrivi dalle conversazioni con il generale autoctono, la pellicola è piatta e superficiale e nulla è sufficiente per renderla un prodotto da tenere in considerazione e da consigliare.

Uscita al cinema: 11 luglio 2018

Voto: **

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.