Sieranevada di Cristi Puiu: la recensione

La Romania oggi

Ritratto sociale della Romania attraverso tre generazioni a confronto, Sieranevada (presentato a Cannes 69) è un affresco familiare estenuante e illuminante allo stesso tempo. Un prodotto non di facile fruizione, che però si dimostra in grado di toccare vari argomenti e di disegnare (con puntuale maestria) la psicologia di ogni personaggio, che intanto attende la cena con trepidazione.

Tre giorni dopo l’attentato a Charlie Hebdo, il medico Lary raggiunge l’appartamento della madre, dove ad attenderlo ci sono i suoi familiari per commemorare i quaranta giorni dalla morte del padre.

Cristi Puiu realizza un film immersivo e profondamente teatrale, un prodotto che parla della Romania moderna, del suo passato e del futuro. E fa tutto ciò con uno stile unico e una macchina da presa che è, contemporaneamente, sguardo distaccato e personaggio aggiuntivo alla vicenda. Sieranevada si districa tra i personaggi, li presenta e ne pesa ambizioni e pensieri, scontri e incomprensioni; un prodotto che si sviluppa tra quattro mura, ma che guarda al futuro di scelte coraggiose, di passi importanti, soprattutto per la cultura del paese.

Pellicola che mette a dura prova la resistenza del pubblico (173 minuti privi di una trama, esclusivamente frutto di un canovaccio dialogico possono diventare un ostacolo insormontabile), Sieranevada è un fiume in piena e mette in luce l’importanza del web, ipotesi di complotto post 11 settembre, abdicazioni forzate, ascese politiche e futuri europei. Tre generazioni a confronto che incarnano il popolo romeno, le sue paure e le sue ambizioni.

Puiu realizza una pellicola sociale, che parla del suo paese attraverso una famiglia numerosa seduta a tavola per ricordare la morte del patriarca. Un lavoro di scrittura corposo e, a tratti, difficile da seguire con scorrevolezza, tuttavia non si può non apprezzare l’intento del regista romeno, che racconta molti punti di vista e lascia tanta interpretazione allo spettatore, che deve necessariamente tirare le somme per comprendere il messaggio di un regista, che sa essere, contemporaneamente, autore e narratore onnisciente.

Uscita al cinema: 8 giugno 2017

Voto: ***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...