Amore e inganni di Whit Stillman: la recensione

53545Racconto sommesso e poco coinvolgente

Adattamento del romanzo (epistolare) di Jane Austen, Amore e inganni rappresenta (visivamente) l’epoca, il ruolo delle donne all’interno della società e quello degli uomini. Nonostante ciò il film ostenta uno sviluppo narrativo freddo ed estemporaneo.

Lady Susan Vernon si reca a Churchill per visitare i suoi parenti acquisiti e cerca di capire se c’è la possibilità di trovare un consorte per lei e per la figlia Frederica, in età da marito.

Tratto da Lady Susan di Jane Austen, Amore e inganni si snoda, soprattutto, attraverso due ambientazioni (un appartamento londinese e una villa nella campagna britannica) e presenta al pubblico un gruppo di macchiette borghesi. Concentrandosi principalmente sul personaggio di Lady Susan (una donna pronta a qualsiasi cosa, dopo la morte del marito, pur di ottenere una vita agiata e un ricco compagno), il regista Whit Stillman sceglie di sublimare gli avvenimenti (svelamenti, tradimenti e rapporti sessuali) attraverso i dialoghi che si stagliano sullo schermo cinematografico: gli uomini si indignano, mentre le donne si rivelano maligne e diaboliche, atteggiamento necessario per potersi far strada nella società settecentesca. È questo concetto a farsi maggiormente evidente in una pellicola che fatica oltremodo a farsi accattivante e coinvolgente; l’impressione è quella di osservare qualcosa di assolutamente estemporaneo, un componimento letterario minore e portatore di poche verità della pomposa società.

Il cinismo della protagonista Lady Susan, la genuina dolcezza della figlia Frederica, la stupidaggine di Lord James e l’onestà della famiglia DeCourcy sono gli elementi più interessanti in un film che si assapora in un sol boccone, senza grande soddisfazione. Difatti la difficoltà di apprezzamento risiede nella complessità dello svolgimento, che inserisce personaggi nuovi e che preferisce affidarsi al verbo piuttosto che alle immagini.

Pellicola che si affida all’eleganza e alla pomposità della borghesia britannica, Amore e inganni suggerisce pochi elementi su cui riflettere. Un prodotto in costume che, in modo assolutamente inedito, preferisce la velocità e il ritmo a una caratterizzazione precisa e accattivante dei personaggi, che appaiono come figure prive di un reale spessore.

Uscita al cinema: 1 dicembre 2016

Voto: **

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...