Animali fantastici e dove trovarli di David Yates: la recensione

52789Benvenuti nella nuova avventura firmata J.K. Rowling

Ci si re-immerge nel sorprendente e folle universo magico di J.K. Rowling (per l’occasione produttrice e sceneggiatrice), al timone David Yates (alla quinta pellicola del mondo potteriano) per un film che riesce ancora a stupire, nonostante le avventure non vedano come protagonista Harry Potter.

Newt Scamander, un giovane magizoologo britannico, giunge a New York con una misteriosa valigia. Al suo interno vi sono nascoste numerose creature magiche di diverse dimensioni. Sfortunatamente scambia la sua valigia con quella di Jacob Kowalski, un Babbano con il sogno di aprire una pasticceria. Kowalski, una volta giunto a casa, apre la valigia e libera inavvertitamente qualche animale, violando lo Statuto di Segretezza e mettendo Newt nei guai. Nel mentre il pericoloso Grindelwald è introvabile e qualcosa di misterioso sta causando caos a New York.

Si poteva attendere il passo falso, il flop figlio dello sfruttamento del materiale magico messo a disposizione da J.K. Rowling, e invece Animali fantastici e dove trovarli stupisce e diverte grazie a un protagonista animalista (un convincente Eddie Redmayne) e a una vicenda avvincente, che presenta il nuovo cattivo (Gellert Grindelwald) e che fa leva su concetti già ampiamente conosciuti dal pubblico. Difatti il film diretto da David Yates ha la fortuna (o sfortuna) di approcciarsi a una platea che ha già in mente le formule magiche, che comincia a indicare lo schermo nel momento in cui vede qualcosa di familiare o che inizia a parlottare quando un cognome già sentito gli ricorda qualcosa. È l’onere (o l’onore) di essere un prequel, una storia di cornice della famosa saga magica di Harry Potter, ma nonostante ciò Animali fantastici e dove trovarli trova il suo spazio ed è tremendamente efficace, grazie anche a un’ambientazione suggestiva come quella dell’America degli anni Trenta.

Contraddistinto da una costruzione scenica che richiama l’Inghilterra magica di Harry Potter (il Ministro della magia diviene il MACUSA, mentre i Babbani sono i No-Mag, ma l’estetica è molto simile), Animali fantastici e dove trovarli fa leva sullo stupore che può causare l’apparizione di bestie sconosciute e invitanti (lo Snaso, il Velenottero e altre creature particolari) e colpisce nel segno. Il nuovo mago protagonista (Newt Scamander) infonde all’intero apparato un inguaribile ottimismo e si tramuta nell’eroe buonista e simpatico, che può facilmente accattivare tutti gli spettatori. Naturalmente ciò che non manca è la minacciosa oscurità incarnata da un mago presente nei sette libri di Potter, ma assente negli otto film, e da una famiglia (i nuovi Salemiani) che si prefigge come obiettivo quello di estirpare la magia dal mondo.

Avventura ricca ed elaborata, Animali fantastici e dove trovarli vince la scommessa e allarga l’universo magico a nuovi lidi e possibili entusiasmanti risvolti. Un prodotto che promette di essere un invitante intrattenimento per chi ha amato la magia al cinema e per chi ha voglia di scoprire nuovi dettagli di un universo, che si dimostra pieno d’idee e contraddistinto da un’estetica decisamente unica.

Uscita al cinema: 17 novembre 2016

Voto: ***1/2

Leggi l’articolo anche su Persinsala

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...