America Ultra di Nima Nourizadeh: la recensione

1330275587697400208L’antieroe che non buca lo schermo

Diretto da Nima Nourizadeh, American Ultra è un prodotto in cui si fatica a trovare un reale interesse. Pescando a piene mani dalla serie televisiva Chuck, la pellicola con protagonista Jesse Eisenberg e Kristen Stewart è una commedia action priva di un ritmo accattivante e di una narrazione avvincente.

Mike vive con la sua fidanzata Phoebe in una piccola cittadina americana. I suoi passatempi preferiti sono l’abuso di droghe e i fumetti. A sua insaputa, però, Mike è anche un addestrato e letale agente della CIA.

Era l’occasione per rivedere in coppia, dopo il teen movie Adventureland, Jesse Eisenberg e Kristen Stewart. Tuttavia American Ultra, non possedendo il lato nostalgico del film precedentemente citato, finisce per essere un prodotto piatto e monocorde. La colpa è anche di una vicenda che promette di essere scoppiettante e invece possiede uno sviluppo prevedibile e privo di idee esaltanti. Il commesso di un alimentari che, suo malgrado, è un agente “dormiente” della CIA e la sua reazione istintuale a una potenziale minaccia sono elementi che, progressivamente, sono sempre meno trascinanti, mentre il mistero, aperto dalla narrazione, si risolve abbastanza velocemente.

Insomma American Ultra annoia la maggior parte del tempo e non sembra un caso che si sia scelta una data infausta (30 giugno) per la sua distribuzione nelle sale italiane. Difatti la pellicola di Nourizadeh è assolutamente un riempitivo dell’offerta cinematografica, che vorrebbe fare leva sulla presenza dei due giovani attori, che però si limitano a svolgere il compitino.

Se l’interesse del regista era quello di raccontare la storia di un’anticonvenzionale (strafatto, ozioso, paranoico e aspirante fumettista) macchina da guerra, l’intento risulta compiuto finché l’interesse dello spettatore rimane alto (i primi 30 minuti). Diversamente quando il commesso con “licenza di uccidere” combatte chi vorrebbe abbatterlo perché inutile ai fini del governo, il film si appiattisce verso il basso sciorinando dell’ironia spiccia e un umorismo difficilmente coinvolgente.

Uscita al cinema: 30 giugno 2016

Voto: *1/2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...