Ma Ma di Julio Medem: la recensione

ma-ma-poster-locandina-2016Raccontare un male incurabile per celebrare la vita

Se Ma Ma fosse stato un film italiano si sarebbe “gridato” al finto sentimentalismo, al disequilibrio emozionale e al patetismo stucchevole. Invece Ma Ma è spagnolo, la protagonista è Penelope Cruz e, di conseguenza, alcuni recensori hanno sottolineato la recitazione dell’attrice, che infonde al suo personaggio la forza di lottare contro un male impossibile da accettare.

Magda è una giovane madre che scopre di avere un tumore al seno. A sostenerla nella lotta ci sono le figure del suo ginecologo e di Arturo (un osservatore del Real Madrid), quest’ultimo conosciuto a una partita del figlio.

Caratterizzato da un tema spinoso e che si presta facilmente al sentimentalismo, Ma Ma racconta la storia di una donna disoccupata che, nel momento in cui si sta separando dal marito, scopre di avere un tumore al seno. L’operazione chirurgica e la chemioterapia sono stressanti e la mettono a dura prova, ma la cura è dietro l’angolo. Dopo pochi mesi il cancro torna e stavolta è incurabile. Ed è in quest’occasione che l’equilibrio, esibito in modo lodevole nella prima parte di pellicola (tralasciando qualche scelta narrativa azzardata), si spezza in favore di un dramma esibito con il sorriso sulle labbra, che celebra la vita, ma finisce per tramutarsi in un percorso inverosimile. Difatti la delicatezza e l’umanità esibite nel film diretto da Julio Medem si sposano malamente con il dramma che si consuma sullo schermo cinematografico. Sicuramente Penelope Cruz è abile a gestire le emozioni, ma ciò che non convince è la sceneggiatura e diverse svolte narrative.

Ma Ma vorrebbe celebrare la vita, farsi portatore della forza di volontà di una madre nei confronti di un male incurabile, ma finisce per un essere uno stucchevole esercizio di stile, che punta al patetismo spicciolo e alla sovrapposizione di un numero enorme di emozioni. Il troppo stroppia e anche la scelta di accatastare coincidenze e inverosimili cause-effetto fa perdere di credibilità l’intera operazione.

Uscita al cinema: 16 giugno 2016

Voto: **

Leggi l’articolo anche su Persinsala

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...