Captain America: Civil War di Joe e Anthony Russo: la recensione

Captain-America-Civil-War-Poster-Locandina-2016TeamCap o TeamIron? I fratelli Russo alzano l’asticella artistica

Ennesimo film di transizione dell’universo Marvel, Captain America: Civil War mantiene la dinamicità action (dalle tinte spy) come base, per poi alzare l’asticella ed esibire un tutti contro tutti, che prende le sembianze di un “balletto” dall’ironia imperante, caratterizzato da colpi di scena e da nuovi personaggi, che, entrando in punta di piedi, si misurano adeguatamente con l’universo cinecomic.

Lagos, Nigeria. I nuovi Avengers, capitanati da Captain America, cercano di fermare un pericoloso terrorista, ma non tutto va per il meglio e alcune persone innocenti perdono la vita. A causa di ciò il governo statunitense decide di stipulare degli accordi che limiterebbero le azioni degli eroi. Ma non tutti sono d’accordo.

Grande merito va sicuramente alla coppia che siede dietro la macchina da presa, ovvero quei fratelli Russo che avevano preso in mano la “personale” dedicata a Captain America e le avevano donato un’alone spy di livello. Con Captain America: Civil War la medesima attenzione che viene dedicata ai due protagonisti assoluti (il “capitano” e Iron Man) è estesa agli altri componenti del film. E qui risiede la difficoltà nel delineare un prodotto che deve accontentare chiunque, con un villain che appare sporadicamente e una serie infinita di supereroi. Sullo schermo si alternano, oltre ai due “capi squadra”, Soldato d’Inverno, Vedova Nera, War Machine, Scarlet Witch, Falcon, Occhio di Falco, Visione, Ant-Man e Spiderman; un nutrito numero di personalità a cui viene dedicato il necessario spazio, senza perdere di vista il fulcro della vicenda.

Quando si giunge nella profondità degli animi dei supereroi si cominciano a intravedere i primi dubbi, causati dal fatto di essere delle personalità di spicco che i governi giudicano fuori controllo. Insomma c’è la necessità di chiedersi se, con il passare del tempo, le loro figure si tramuteranno da simboli di salvezza a pericolose minacce per l’umanità. Ed è attorno a tale dilemma che cominciano a crearsi i primi dissapori, i primi screzi tra chi accetta la funzione di vigilanti al servizio dei poteri forti (le Nazioni Unite) e chi non vuole prostrarsi ma agire indipendentemente, sapendo di fare sempre la cosa giusta. Ciò che scaturisce è una guerra senza quartiere, tra chi crede al governo e tra chi ha fiducia nel giudizio di Captain America, evitando di farsi mettere il guinzaglio.

Contraddistinto da combattimenti senza esclusioni di colpi, battute taglienti, spettacolari evoluzioni e una lunghezza eccessiva (snellire la sceneggiatura sarebbe stato saggio), Captain America: Civil War possiede la carte giuste per divenire un prodotto di spessore dell’universo Marvel. Certo siamo di fronte nuovamente a un film di transizione, che apre le porte alla fase 3 del capitolo Avengers, ma se fossero tutti così coinvolgenti e ben realizzati non ci sarebbe nessuna preoccupazione.

Captain America: Civil War mostra le due anime degli Avengers (morale e “ribelle”), laddove il senso di colpa di Stark è il sentimento che maggiormente è anticonvenzionale, mentre morale, spirito di giustizia e, stavolta, anche una forte amicizia sono le caratteristiche di Captain America.

Scazzottate e botte da orbi fanno da contraltare a un prodotto che si dimostra in grado di intrattenere, di scavare nel passato e di non dare risposte scontate. Un merito non da poco per un blockbuster, che mira principalmente a racimolare soldi al botteghino. Insomma Captain America: Civil War è una sorta di “Avengers: parte terza” mascherato, che apparentemente manda in frantumi amicizie che parevano indistruttibili, mentre rende il tutto godibile e pienamente coerente con le avventure precedenti.

Uscita al cinema: 4 maggio 2016

Voto: ***1/2

Leggi l’articolo anche su Persinsala

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...