We are Your Friends di Max Joseph: la recensione

We-Are-Your-Friends-Poster-Zac-EfronPer cambiare la tua vita basta una traccia musicale?

Pellicola che incuriosisce per la presenza di Zac Efron e per l’esordio (da protagonista) davanti alla macchina da presa di Emily Ratajkowski, We are Your Friends è convenzionale, banale nello sviluppo e abbastanza inutile. Difatti l’iniziale ritmo di montaggio, viene sostituito dall’inseguimento a perdifiato di un sogno e dall’insaziabile voglia di fuggire dalla mediocrità e dalla normalità. Insomma tutto già visto, masticato e digerito.

Cole, dj alle prime armi, si divide tra i suoi amici e qualche festa secondaria. Una sera si avvicina al famoso dj James, che lo inizierà al panorama musicale di Hollywood. Tuttavia l’infatuazione di Cole per la fidanzata di James diventerà un ostacolo.

Film sulla ricerca del successo (quasi) a tutti i costi da parte di un dj amatoriale, We are Your Friends è il debutto alla regia da parte di Max Joseph (l’operatore e amico di Nev in Catfish), ma denota dei grandi limiti e una vicenda senza mordente e carattere. Il progetto, di per sé, appare inizialmente interessante: un montaggio coinvolgente, un pugno di ragazzi cresciuti in una valley senza prospettive e un sogno nel cassetto. Tuttavia progressivamente la pellicola comincia a perdere d’interesse e si trascina stancamente verso la conclusione ostentando innamoramenti, screzi e buonismo.

Di conseguenza si ha a che fare con un prodotto convenzionale, con nulla da dire e che, nonostante dichiari ai quattro venti di far vedere la vita notturna di Hollywood (amorale e sregolata), si dimentica di farlo. Difatti We are Your Friends comincia a concentrarsi (come è ovvio) sul rapporto tra il protagonista Zac Efron e Emily Ratajkowski: un fugace innamoramento che scombina i piani e porta a conseguenze abbastanza scontate.

Pellicola che esibisce il dj bolso, alcolizzato e privo, oramai, di creatività in contrasto con il giovane rampante che insegue un sogno e che sostiene che basti una traccia musicale per svoltare l’esistenza, We are Your Friends si attesta a pellicola con poca inventiva e diversamente interessante. La delineazione del mondo dell’elettronica (l’EDM per i fruitori del genere) e delle sue “marionette” è superficiale, mentre la ricerca di prospettive, soldi e successo da parte di Cole non aggiunge nulla di nuovo al panorama cinematografico.

Uscita al cinema: 17 settembre 2015

Voto: **

Annunci

4 pensieri su “We are Your Friends di Max Joseph: la recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...