La nostra terra di Giulio Manfredonia: la recensione

116956Combattere la Mafia? Si può fare!

Manfredonia si imbatte nuovamente  nella cooperativa ed è un piacevole ritorno. Difatti La nostra terra è un film di sicuro impatto sociale e mischia abilmente scanzonata ironia e intensa drammaticità.

Nel sud della Puglia, il proprietario di un podere, Nicola Sansone, viene arrestato e i suoi possedimenti vengono confiscati e riassegnati a una cooperativa locale, incapace di gestirne le potenzialità per mancanza di organizzazione. In loro aiuto giunge, dal Nord Italia, Filippo un ansioso burocrate, che combatte la Mafia dalla scrivania. Giunto nel Sud, Filippo deve imparare a gestire le contraddizioni di paese e Cosimo, il fattore del boss che si rifiuta di abbandonare la “sua” terra.

Dopo aver assecondato le istrioniche performance di Albanese, Manfredonia costruisce una commedia intelligente e divertente, scrutando la battaglia antimafia da una prospettiva diversa, ovvero quella delle cooperative che combattono la Mafia riqualificando i terreni confiscati. È da qui che giunge La nostra terra, un prodotto etico, brillante e ben costruito, che tuttavia soffre (soprattutto nella seconda parte) di mancanza di mordente e di qualche scivolone su diverse caratterizzazioni macchiettistiche. Ciò nonostante Manfredonia ha la capacità di tuffarsi nel genere della commedia sociale, affidandosi all’ironia e a un cast degno di nota, che vede in Accorsi e Rubini gli interpreti più coinvolgenti.

Tra qualche pizzino di troppo, omertà di paese e un boss mafioso che alloggia dietro l’angolo, La nostra terra si rivela un film dalla sicura attrattiva, che non scontenta nessuno e che esibisce un linguaggio schietto, diversi panorami da cartolina e una costruzione narrativa priva di forzature e caratterizzata da una scrittura calibrata ed equilibrata.

Una commedia agricola, la storia di un’antimafia diversa (fatta piantando pomodori), nella quale questa volta sono i contadini (capitanati dall’ossessivo Accorsi e dall’ambiguo Rubini), gli uomini semplici del terzo settore, a volercela fare.

Voto: ***1/2

Uscita al cinema: 18 settembre 2014

Leggi la recensione anche su Persinsala

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...