Sex Tape di Jake Kasdan: la recensione

sex-tape---finiti-in-rete_288Galeotto fu il filmino

Commedia esagerata e demenziale, che si dimentica di far ridere, Sex Tape – Finiti in rete è scorretto e sboccato, ma perennemente alla ricerca della morale consolatoria.

Annie e Jay si sono conosciuti al college e da allora non hanno mai smesso di fare l’amore. Tuttavia dal momento in cui arrivano i figli la passione cala e il matrimonio appare velatamente in crisi. Ma Annie e Jay non si abbattono e cercano di riaccendere la fiammella, girando un filmino porno amatoriale. Annie chiede a Jay di cancellarlo, ma per sbaglio il marito invece di eliminarlo esegue l’upload del video nel cloud.

Diretto da Jake Kasdan (figlio del regista Lawrence, autore de Il grande freddo), Sex Tape – Finiti in rete è la classica pellicola senza particolari ambizioni. Infatti pare che l’unico interesse del regista sia far vedere più di una volta i protagonisti Cameron Diaz e Jason Segel seminudi, dimenticandosi di costruire una sceneggiatura convincente e ben strutturata. Difatti la pellicola si perde nei meandri della demenzialità, spingendo sull’acceleratore della scorrettezza e della scurrilità, senza palesarne il motivo. Tuttavia questi stilemi non sono le pecche principali del prodotto targato Kasdan; in realtà il difetto maggiore di Sex Tape – Finiti in rete è il cambiamento di tono (repentino e stucchevole) in dirittura d’arrivo. Perché se il prodotto del figlio d’arte si fosse attenuto all’esagerazione e all’esasperazione delle gag si sarebbe potuta lodare la mancanza di convenzionalità, la ricerca di eccesso e di sregolatezza. E invece anche Sex Tape – Finiti in rete ritorna prontamente all’interno dei binari prestabiliti della commedia moralizzatrice, che impartisce la lezione del buon senso e che sciorina il manuale della coppia perfetta (peraltro impartito dalla bocca di un imprevedibile Jack Black, nei panni del guru del porno via etere). È la necessità di appartenere a un genere con canoni prestabiliti a far affondare nelle secche dell’inutilità Sex Tape – Finiti in rete.

Tutto ciò è corroborato dalle interpretazioni rivedibili di Cameron Diaz e Jason Segel, onnipresenti figure che durante l’intera notte (in cui cercano di rimediare al problema) provano a comunicare tra loro senza riuscirci veramente. Il risultato definitivo consegna alle sale cinematografiche una pellicola fintamente scorretta, che sbandiera i soliti problemi in un rapporto di coppia (mancanza dell’originaria passione causata dalla routine familiare) e che esibisce risibili soluzioni attraverso giochi di ruolo di fronte alla videocamera di un tablet. Alla fine l’amore trionferà in un turbinio di stucchevolezza e frasi a effetto in perfetto stile rom-com. Nota a margine: del video incriminato si vedono solo alcuni spezzoni. Peccato.

Uscita al cinema: 11 settembre 2014

Voto: *1/2

Leggi la recensione anche su Persinsala

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...