Vicini del terzo tipo di Akiva Schaffer: la recensione

E.T. il nostro vicino di casa

Farsa sci-fi che suscita pochissime risate e pochi spaventi, Vicini del terzo tipo (The Watch, 2012) non riesce a far resuscitare la stella, ormai eclissata, di Ben Stiller.

La sceneggiatura è verbosa e si concentra in modo esclusivo sulla costante ricerca di gag e situazioni potenzialmente esilaranti. Peccato che proprio il trio di attori di genere affermati (Stiller, Vaughn e Hill) non suscita le risate tanto attese, scivolando verso una conclusione funzionale e citazionista che però non colpisce il bersaglio. L’incipit è potenzialmente esplosivo: un custode di un supermercato viene barbaramente ucciso durante il suo turno di notte. Il direttore Evan, innamorato della città in cui vive (Glenview, Ohio), decide di mettere in piedi una vigilanza di quartiere. Scoprirà che i pericolosi assassini sono degli alieni, rimasti bloccati sulla Terra, che si apprestano a invadere il pianeta.

Non convincono a pieno i caratteri e le situazioni che si costruiscono mano a mano che la pellicola volge al termine. E non coinvolgono le prove attoriali dei protagonisti, che si lasciano trascinare in un vortice narrativo, che rimane a metà strada tra la commedia ridanciana e la pellicola fantascientifica. Ed è proprio nella mancanza di un obiettivo riconoscibile che Vicini del terzo tipo pecca principalmente. Non bastano i nomi altisonanti per sbancare il botteghino e non è sufficiente un intrattenimento leggero, che si fa sempre più largo in una sceneggiatura raffazzonata ed effimera.

Leggeri e farraginosi sono la trama e gli ammiccamenti pruriginosi, che costellano la pellicola di tanto in tanto, leggere e velatamente introspettive sono le interpretazioni degli attori principali e brutalmente mancante è lo stile registico aggrappato a delle gag preconfezionate e, visibilmente, costruite a tavolino.

Dov’è la comicità seria ed equivoca di Stiller? E la genuina e volgare spontaneità di Hill? Vicini del terzo tipo si può racchiudere in queste due domande senza risposta. Ed è un peccato.

Uscita al cinema: 8 novembre 2012

Voto: *1/2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...