Fright Night di Craig Gillespie: la recensione

Il vampiro strappa le magliette e sfoggia la cortesia del perfetto vicino

Humour e sangue. Colin Farrell è lo spietato e sanguinario vampiro della porta accanto.

Charles è un giovane studente all’ultimo anno di liceo, con una bellissima ragazza al seguito e un passato da dimenticare. Difatti Charles non è sempre stato popolare, anzi era un viscerale nerd sempre accompagnato da due amici. Tuttavia quando uno dei due scompare misteriosamente, l’altro ( Edward)  chiede aiuto a Charles per ritrovare il loro vecchio “compagno di merende”. Ed ha un sospetto: pensa che il vicino di casa di Charles, Jerry, sia un vampiro.

Commedia horror, Fright Night (2011) è l’ambizioso progetto diretto da Craig Gillespie, che si misura con il cult anni ottanta Ammazzavampiri (Fright Night, 1985), scritto e diretto da Tom Holland. Un remake che punta a far ridere in salsa splatter, ostentando nel cast il divo Farrell e Christopher Mintz-Plasse, ammirato ultimamente nella patinata rivelazione Kick-Ass (2010). Peccato che le risate arrivino timide nelle sequenze iniziali per poi tramutarsi in languidi sorrisi sporadici. Insomma siamo di fronte a un film horror a tutti gli effetti: canini che affondano nella carne di malcapitati/e adolescenti, arti e teste che si staccano e sangue che scorre a fiumi. L’impostazione che Gillespie cavalca ricorda indelebilmente il serial tv Buffy L’ammazzavampiri (non a caso la sceneggiatura è di Marti Noxon, autrice di alcuni episodi della serie) e l’ironia è la stessa. Ma non basta ricorrere a una messinscena di successo e ampiamente collaudata per sfondare. Difatti la pellicola rivela di essere velatamente comica e altrettanto splatter. Una via di mezzo che conferma l’indecisione di Gillespie. Una pellicola incompiuta e inconsistente, che rivela troppe scene action, un inizio scoppiettante e una ricerca dell’accelerazione visiva a tutti i costi, che arriva a  sacrificare la sceneggiatura, convenzionalmente scopiazzata. Privo di innovazione, Fright Night non è una pellicola che buca lo schermo, anzi non basta l’apporto recitativo di Farrell per farle spiccare il volo. Dopotutto l’attore statunitense si limita a svolgere il compitino, senza caratterizzare a pieno un personaggio sfaccettato, con un passato che non viene approfondito in nessun modo. Inoltre Farrell non è più il vampiro dandy dell’originale, ma uno sciupa femmine banale dallo sguardo penetrante.

Gillespie recupera i vampiri sanguinari e le armi convenzionali per distruggerli (croci, acqua santa e paletti di legno), eppure non basta questo per riportarli in auge. Certamente non vengono in aiuto le interpretazioni dell’ammazzavampiri Charles, sguardo duro e impaurito allo stesso tempo, eroe adolescente, ma poco credibile, e del suo amico Ed, nerd troppo presto accantonato dalla sceneggiatura.  Caratteri scialbi e interpretazioni al di sotto di un livello sufficiente contraddistinguono Fright Night e la fanno sprofondare nel dimenticatoio. Vuole essere un cult movie ma, non riuscendoci, si ricicla a pellicola horror in tutto e per tutto. La fotografia oscura e costantemente sottolineata da una nebbia presente in qualsiasi sequenza, avvolge il film in una coltre di indefinita resa visiva, che per di più non viene aiutata da un montaggio poco ispirato e raffazzonato. Il ritmo banale e incostante si palesa in modo evidente in una spirale di sanguinolenta e distruttiva (anche esplosiva) furia omicida. Ma tutto questo non basta, anzi la pellicola non convince e si trascina verso una conclusione che non ammette repliche. Curiosità: il vampiro dandy dell’originale Ammazzavampiri, Chris Sarandon, appare in questa pellicola come preda del vampiro Farrell. Un passaggio di consegne?

Uscita al cinema: 26 agosto 2011

Voto: *1/2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...