Buona giornata di Carlo Vanzina: la recensione

Da Nord a Sud: 24 ore di malcostume italiano

Vizi in istantanee: Vanzina gira l’Italia e pesa la situazione attuale.

Ascanio Gaetani Cavallini è un principe romano in disgrazia. Luigi Pinardi è un notaio napoletano dalla vita monotona, fino a quando il domestico non parte per le Filippine. Cecco è uno scaramantico tifoso viola, che parte con la sua fidanzata per la trasferta di Verona. Leonardo Lo Bianco è un senatore, che rischia di essere arrestato per corruzione e abuso di ufficio. Alberto Dominici è un imprenditore romano, che vive nel lusso grazie alla continua evasione delle tasse. Rosaria Miccichè è una manager siciliana trapiantata a Milano, che si sta recando per lavoro a Roma in treno. Romeo Telleschi è un milanese, che vive in Puglia con la famiglia e che attraversa un periodo di crisi lavorativa. Sette storie che si sviluppano in una sola giornata.

Pellicola a episodi, che non prevede necessariamente reciproci intrecci, Buona giornata è un film diretto da Carlo Vanzina e scritto insieme al fratello Enrico. Il cast a disposizione del regista italiano è un calderone di caratteristi – si passa da Abatantuono a Banfi, da De Sica a Salemme – che viene utilizzato per analizzare, superficialmente, vizi e metodi di sopravvivenza dell’italiano stretto nella morsa della crisi economica. Aggrappandosi a cliché e stereotipi, Vanzina allunga l’occhio e la macchina da presa su tutta la penisola, ma soprattutto non cambia il suo campo d’indagine, che passa dal medio borghese al nobile decaduto, vessato dalle tasse del governo tecnico di Monti. Difatti a parte la vicenda del milanese Abatantuono (trapiantato in Puglia), nella quale si osserva un tentativo di approfondimento della storia (un rapporto padre-famiglia difficile da ricomporre), e il personaggio interpretato da Conticini – la macchietta del tifoso iper-scaramantico –, le figure che si muovono sullo sfondo di Buona giornata si ritrovano a tenere atteggiamenti condannabili in modo severo. E il problema del film di Vanzina sta proprio qui: la sensazione è che il regista, privando la sua opera di uno sguardo morale, giustifichi il vittimismo che pervade il politico “alla Scilipoti” (sopra le righe e disposto a tutto pur di non venir incriminato, anche far votare un morto), il principe che “tira a campare”, un nullafacente cronico, che si lamenta delle verifiche del fisco, l’industriale tutto villa e Ferrari, che si vanta di come non ha pagato le tasse grazie a dei prestanome, il notaio, che annoiato dalla propria vita, si affida alle cure di una escort e la manager siciliana, ma milanese d’adozione, votata alla tecnologia.

Inoltre si osserva un ritorno a un’interpretazione e a una caratterizzazione dei personaggi molto simili alla commedia nazional-popolare anni ottanta, che aveva portato alla consacrazione Abatantuono e Lino Banfi grazie alle storpiature linguistiche, sporcate da un inconfondibile accento pugliese. Nonostante tutto analizzando Buona giornata dal punto di vista tecnico si può ammirare per la sua asciuttezza narrativa e per la sua scorrevolezza, che gli permette di essere seguito in modo sottilmente piacevole. Vanzina evita forzature stilistiche, non eccelle in innovazione (le battute che si susseguono sono di facile lettura), ma si limita a raccontare sette storie in modo distaccato, forse eccessivamente. L’orologio che scandisce la giornata scorre inesorabile e chiude tutte le vicende, alcune in modo surreale, altre, invece, mantenendo una verosomiglianza inaspettata.

Buona giornata tralasciando pruriti sessuali e volgarità gratuite fa dimenticare, in parte, quel pregiudizio, a volte fondato, che accompagna lo spettatore che entra in sala. Non si assiste sicuramente a un capolavoro, ma complessivamente il film regge e non crolla come un castello di carta, nonostante i numerosi caratteristi che sgomitano furiosamente per farsi spazio.

Uscita al cinema: 30 marzo 2012

Voto: **1/2

Leggi la recensione anche su Persinsala

Annunci

Un pensiero su “Buona giornata di Carlo Vanzina: la recensione

  1. Pingback: Recensione: BUONA GIORNATA | www.overnewsmagazine.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...