Anche se è amore non si vede di Ficarra e Picone: la recensione

Ennesimo prodotto seriale

Tornano a far sorridere Ficarra e Picone; il duo comico siciliano si cimenta con una commedia degli equivoci ad alto tasso glicemico.

Anche se è amore non si vede (2011) narra la storia di due amici-colleghi (possessori di una piccola agenzia di servizi turistici), che si ritrovano in situazioni amorose complicate e difficilmente risolvibili. Valentino è il morboso fidanzato di Gisella, hostess stanca a decisa a lasciarlo e Salvo, single convinto, si invaghisce della giovane americana Alexandra ed è contemporaneamente inseguito da Sonia, amica di vecchia data.

Situazioni surreali e complicazioni sentimentali si intrecciano nell’ultima commedia di Ficarra e Picone, nuovamente registi e interpreti. Anche se è amore non si vede è una pellicola frizzante, che propone degli sketch divertenti, ma che alla lunga stancano e si ripetono pedissequamente. Lei ama lui e lui ama l’altra è il leit-motiv che i due comici tengono in piedi per l’intera durata del film, cercando di realizzare non più un duetto, che nei loro precedenti film diveniva a tratti insostenibile, ma una pellicola corale che si contorna di un cast femminile, che prova a inserirsi nei loro sproloqui recitativi. Il tentativo è lodevole, ma, forse malati di troppo protagonismo, i due interpreti sono eccessivamente presenti e non si distaccano mai dai loro cliché da dimensione televisiva.

Amore e gelosia fanno da contraltare alle vicende narrate nella pellicola, che, mantenendo sullo sfondo la città di Torino (intravista nei finestrini del bus guidato da Salvo e Valentino), ha un inizio scoppiettante per poi calare in modo progressivo, proponendo un finale sbrigativo, che ricorda le risse da bar di Bud Spencer e Terence Hill. Il difetto di questa pellicola non sta nella sceneggiatura (ben scritta e con un buon intreccio narrativo) e nemmeno nei personaggi di contorno (Fleri e Angiolini fanno la loro parte, caratterizzando in modo accettabile l’innamorata inconsapevole e la fidanzata logora), ma nelle interpretazioni dei due protagonisti. L’inclinazione siciliana marcata con ogni mezzo indispone e non convince più; difatti pare che Ficarra e Picone si siano fermati ai loro caratteri meglio riusciti, ovvero i due stanchi e assonnati palermitani. Peccato che ci si trovava sul palco di Zelig e, se ne hanno potuto trarre giovamento riproponendoli sul grande schermo nel film Nati stanchi (2002), alla lunga le due macchiette non promettono più risate, ma sbadigli.

Insomma Anche se è amore non si vede si traveste da commedia corale, ma dimostra di non riuscire a staccarsi completamente dal duo comico, sorreggendosi pericolosamente alle loro battute e ai loro giochi di parole.

Uscita al cinema: 23 novembre 2011

Voto: **

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...