Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani di Zack Snyder: la recensione

Planando nella mediocrità

Cambia direzione e senso di marcia Zack Snyder. Dopo essersi concentrato sui riadattamenti di diversi fumetti statunitensi, il regista di 300 (2006) si dedica all’animazione computerizzata che vede protagonista l’intera popolazione dei gufi.

La vicenda racconta la storia di due fratelli barbagianni Soren e Kludd, che dopo un’improvvisata lezione di volo notturna, vengono rapiti dai Puri, una stirpe che rivendica la supremazia totale sul mondo dei volatili della notte. Soren, gufo sveglio e coraggioso, riesce a scappare e cerca, insieme ad uno scalcagnato gruppo, i leggendari guardiani del Regno di Ga’Hoole.

Adattamento cinematografico del primo dei tre libri della saga Il regno di Ga’Hoole di Kathryn Lasky, Il regno di Ga’Hoole: La leggenda dei guardiani (Legend of Guardians: the Owl’s of Ga’Hoole, 2010) presenta un buon apparato scenografico e un’appena soddisfacente caratterizzazione dei personaggi principali, ma una storia che fatica a decollare e che in modo troppo sbrigativo e raffazzonato punta dritta ad una conclusione distensiva e a lieto fine. La pellicola cerca di prefiggersi uno scopo principalmente pedagogico e ricreativo, ma non riesce a raggiungere nessuno dei due obiettivi.

Alla lunga la storia annoia e non presenta risvolti degni di nota e in conclusione presenta combattimenti tra pennuti armati di tutto punto che, nella maggior parte dei casi, appaiono confusionari e completamente surreali. La sceneggiatura si concentra principalmente sul rapporto di odio-invidia che il fratello prova nei confronti del minore, che sfocia nella, naturale, dimostrazione di coraggio e umiltà da parte di Soren e di desiderio di rivalsa agli occhi della famiglia (che appare decisamente marginale) da parte di Kludd.

Esponenzialmente si aspetta il finale che disattende le speranze; il giovane eroe si farà, ha ancora le spalle strette e un becco troppo poco appuntito. L’obiettivo è probabilmente, viste le ultime sequenze, di produrre un sequel. Verosimilmente a causa dei risultati al botteghino Il regno di Ga’Hoole: La leggenda dei guardiani, rischia di subire la stessa sorte di saghe e romanzi portati al cinema, come ad esempio Eragon (2006) e La bussola d’oro (The Golden Compass, 2007), che fortunatamente non rivedranno più il buio della sala.

Uscita al cinema: 29 ottobre 2010

Voto: **

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...