Una notte da leoni 2 di Todd Phillips: la recensione

Let’s do it! (again)

Sceneggiatura che vince non si cambia. Arriva nelle sale Una notte da leoni 2  (The Hangover: Part II, 2011), attesissimo sequel, diretto dal regista Todd Phillips.

Siamo a Bangkok e si festeggia l’addio al celibato di Stu (Ed Helms). Memore delle passate scorribande di Las Vegas, lo sposo vuole categoricamente evitare un’altra notte come quella, ma la situazione degenera e questa volta i nostri eroi smarriscono il fratello della sposa, rampollo prediletto della famiglia.

L’ambientazione cambia, siamo in terra orientale, ma il carico di comicità rimane invariato. Sempre capitanati da un esilarante Galifianakis, il gruppo di amici si trova a dover cercare, di nuovo, a ridosso delle nozze, una persona scomparsa.

A spasso in una delle città più popolose del mondo, il regista si avventura tra vicoli stretti e mercati a cielo aperto, catapultando i protagonisti in una metropoli assolutamente sconosciuta, alla ricerca di risposte. Il film risulta, naturalmente, meno originale del primo, ma si salva decisamente in corner proponendo situazioni speculari e nuove invenzioni comiche.

Al famoso gruppo si aggiungono il delinquente Chow (Ken Jeong), già apparso nella precedente pellicola, presenza costante che si fa notare per le sue battute farcite da continui doppi sensi ed estremamente volgari, e una scimmietta di cui Alan si innamora follemente. La costruzione narrativa è identica e lo spettatore non si aspetta niente di diverso, anzi vede il film proprio per questo. Questa modalità ripetitiva, marchio di fabbrica del genere horror, rappresenta la sua fortuna e permette l’attuazione di un processo di affiliazione da parte dello spettatore.

Enorme successo al botteghino, fa presagire un terzo capitolo. Ricapitolando: Stu e Justin si sono sposati, Phil è già sposato, all’appello manca solo Alan…che sia il suo momento?

Uscita al cinema: 25 maggio 2011

Voto: **1/2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...